I formaggi freschi sono degli alimenti perfetti per chi vuole mantenersi leggero senza rinunciare ad un secondo nutriente e saporito. In questo articolo vediamo quali sono i formaggi freschi, quali sono le differenze con i formaggi stagionati e le loro proprietà e valori nutrizionali.

Leggi anche: tipi e classificazione dei formaggi

Quali sono i formaggi freschi?

Se come secondo volete scegliere un formaggio fresco avete veramente l’imbarazzo della scelta (spero di non dimenticarne nessuno, altrimenti segnalatemeli nei commenti):

  • Mozzarella
  • Ricotta
  • Robiola
  • Stracchino
  • Crescenza
  • Caprino
  • Fiocchi di latte
  • Philadelphia o altri formaggi spalmabili

Cosa sono i formaggi freschi?

Per riconoscere i formaggi freschi al supermercato basta vedere la data di scadenza, che solitamente non supera i 30 giorni.

I formaggi “freschi” sono quelli a pasta molle (spesso di consistenza cremosa o tenera) come la crescenza oppure certi caprini, la cui cagliata oltre a non essere stata sottoposta a cottura, non è stata nemmeno sottoposta a stagionatura ma solo a maturazione comunque inferiore ai 30 giorni.

Questi formaggi hanno un contenuto di acqua superiore al 60% di acqua e sono dei prodotti i cui tempi di deperibilità sono molto brevi e il consumo avviene entro pochi giorni dalla lavorazione. Interessante anche la presenza, in questi alimenti, di fermenti lattici vivi.

A differenza dei formaggi stagionati il contenuto di grassi presente in questi formaggi è molto inferiore, proprio per questo vengono definiti alimenti light. In realtà, come vedremo, non tutti i formaggi freschi presentano le stesse quantità di grassi.



Valori nutrizionali della mozzarella

La mozzarella è uno dei latticini che più rappresenta l’Italia, essendo un prodotto tipico campano. E’ un formaggio a pasta filata molto nutriente che si può preparare sia con il latte di bufala che con il latte vaccino.

100g di mozzarella apportano:

  • 253 kcal
  • Circa 60g di acqua
  • 19g di proteine
  • 17g di grassi
  • Poco più di un grammo di carboidrati
  • 350mg di calcio, che rappresenta ben il 35% del fabbisogno giornaliero
  • Buone quantità di zinco

Valori nutrizionali della ricotta

La ricotta è il formaggio light per eccellenza e viene inserito in tutte le diete dimagranti. La ricotta può essere sia di mucca che di pecora e la differenza sta più nel sapore che nei valori nutrizionali.

La ricotta è ciò che rimane del siero dopo la lavorazione dei formaggi ed è una buona fonte di proteine e di vitamine B12 e D.

100g di prodotto apportano:

  • 145 kcal
  • Circa 76g di acqua
  • 9g di proteine
  • 10g di grassi
  • Circa 3g di carboidrati
  • 295mg di calcio, che rappresenta il 30% del fabbisogno giornaliero

Scopri tutte le proprietà della ricotta



Robiola valori nutrizionali

È un formaggio tipico delle Prealpi lombarde e può essere prodotto con latte di pecora, di vacca, o di capra. Il sapore è tipicamente acidulo e va consumata entro massimo 3-4 giorni dall’apertura. La robiola contiene una quantità abbastanza elevata di grassi, quindi va mangiata con moderazione (contiene la stessa quantità di grassi presenti nel parmigiano).

100g di robiola apportano:

  • 330 kcal
  • 46g di acqua
  • 2g di carboidrati
  • 20g di proteine
  • 28g di grassi

Stracchino valori nutrizionali

Anche lo stracchino contiene più grassi rispetto alla mozzarella e alla ricotta, anche se ne contiene di meno rispetto alla robiola. E’ un formaggio molto versatile dal sapore amarognolo che può essere utilizzato per preparare tantissime ricette diverse.

Lo stracchino è un formaggio fresco molto ricco di calcio.

100g di stracchino apportano:

  • 300 kcal
  • 54g di acqua
  • 19g di proteine
  • 25g di acqua
  • 570mg di calcio, che rappresenta oltre il 55% del fabbisogno giornaliero.

Leggi anche: spaghetti con peperoni e stracchino



Crescenza valori nutrizionali

La crescenza, se confrontata con robiola e stracchino, contiene qualche grasso in meno e come lo stracchino un’ottima fonte di calcio. La crescenza è ottima spalmata su del pane tostato oppure come condimento per delle piadine.

100g di prodotto apportano:

  • 280 kcal
  • 58g di acqua
  • 2g di carboidrati
  • 16g di proteine
  • 23g di grassi
  • 560mg di calcio, che rappresenta circa il 55% del fabbisogno giornaliero

Fiocchi di latte valori nutrizionali

I fiocchi di latte sono il formaggio fresco più light in assoluto e contengono pochissimi grassi e buone quantità di proteine. Sono leggeri e freschi e possono essere consumati in tantissimi modi diversi. Io ve li propongo in insalata insieme a delle verdure crude e al pane tostato.

100g di fiocchi di latte apportano:

  • 115 kcal
  • 79g di acqua
  • 11g di proteine
  • 5g di grassi

In linea di massima questi valori cambiano il base al prodotto che acquistate.


Condividi con: