Estrattore e centrifuga sono piccoli elettrodomestici, sempre più presenti nelle nostre case, che permettono di preparare succhi da qualsiasi varietà di frutta e verdura, permettendo il consumo di ortaggi crudi.
E’ meglio l’estrattore o la centrifuga? Quali sono le differenze? I prezzi sono simili? Quale elettrodomestico acquistare? In questo articolo troverete le risposte a tutte le vostre domande.


Come funzionano?

  • La centrifuga è un elettrodomestico che sfrutta il principio fisico della forza centrifuga: la frutta e la verdura vengono ridotte a piccoli pezzi da una grattugia e poi polpa e succo vengono separate grazie alla rotazione, ad alta velocità, di un altro componente.
    La differenza tra i vari modelli sta nel numero di giri che compie la centrifuga, che vanno dai 6000 ai 18000 al minuto. La forza centrifuga che si genera dalla rotazione spinge la poltiglia verso un setaccio con i pori molto piccoli che fa filtrare il succo trattenendo la parte della polpa e gli scarti.
  • Gli estrattori di succo sono degli elettrodomestici molto più recenti e funzionano in modo completamente diverso rispetto alle centrifughe. Lavorano a bassi giri (meno di 100 al minuto) e con potenza molto minore.
    Al posto della lama presente nelle centrifughe l’estrattore ha un pezzo chiamato coclea che, al posto di spezzare frutta e verdura, le “mastica” spremendole e ricavandone il succo.

Valori nutrizionali del succo

Per preparare i centrifugati o gli estratti non è necessario né sbucciare né sminuzzare la frutta e la verdura, ci penserà il nostro elettrodomestico a svolgere il lavoro per noi. Bere un bel bicchiere di succo di frutta a colazione o come merenda è sicuramente una sana abitudine, ma ci sono delle differenza tra il succo ottenuto da una centrifuga e il succo ottenuto da un estrattore.

  • Le centrifughe, lavorando con molti giri al minuto, generano calore che può degradare una parte degli enzimi e delle sostanze nutritive presenti nella frutta e nella verdura.
  • L’estrattore invece compie pochissimi giri al minuto e, non surriscaldandosi, mantiene inalterate tutte le proprietà nutritive del succo.



Quanti scarti si producono?

Funzionando in modo totalmente opposto anche la quantità di scarti sarà differente tra centrifuga ed estrattore. Gli scarti della centrifuga sono maggiori rispetto a quelli di un estrattore, i cui scarti sono molto secchi.

A parità di frutta e verdura con un estrattore si ottiene circa il 20% di succo in più.

Differenze di prezzo

Nel prezzo c’è una bella differenza tra i due elettrodomestici, infatti una buona centrifuga può costare massimo 80 euro, mentre per un buon estrattore il prezzo può salire anche fino a 350/400 euro.

Quali frutti e quali verdure utilizzare per i succhi?

In linea di massimo qualsiasi alimento può essere utilizzato per preparare dei succhi fatti in casa. Se volete utilizzare anche della verdura a foglia larga vi consiglio di aggiungere delle mele, che con il loro sapore dolce copriranno il sapore, non certo buono, del succo ottenuto dalle verdure.



Ovviamente con frutti come banana, fichi ed avocado non possiamo preparare né centrifugati né estratti, perché contengono una bassissima percentuale di acqua. Questi frutti possono essere però utilizzati per degli ottimi frullati insieme a del latte (vaccino o vegetale), del cacao e della frutta secca.

Centrifughe in sintesi

  • E’ dotata di una lama sottile circolare che trita il cibo e la separazione fra succo e polpa avviene per la forza centrifuga.
  • Lavora ad alti giri tra 6000 e 18.000
  • Scalda ed ingloba aria distruggendo parte degli enzimi e dei nutrienti
  • Minore quantità di succo e più scarto
  • Non adatto a certi tipi di verdure (specie a foglia)
  • Più rumorosa
  • Minor tempo di estrazione
  • Prezzo più basso

Estrattore in sintesi

  • Ha la coclea che “mastica” il cibo e lo spreme
  • Lavora a bassi giri , meno di 100
  • Non scalda e si parla di “estrazione a freddo”
  • Mantiene intatte le proprietà nutrizionali
  • Più succo e meno scarto
  • Adatto praticamente ad ogni tipo di verdura (tranne fichi, banane, avocado)
  • Meno rumoroso e più facile da pulire
  • Tempo più lungo di estrazione
  • Prezzo più alto

Quale centrifuga acquistare?

Questa è una centrifuga con un ottimo rapporto qualità/prezzo dotata di un motore che compie 19000 giri. Il contenitore del succo è inoltre BPA-free.

Quale estrattore acquistare?

L’estrattore Aicok è un ottimo prodotto con un prezzo veramente fantastico. Permette di ottenere un ottimo succo con pochissimo scarto. E’ facilissimo da assemblare, azionare e pulire.

Con Imetec SuccoVivo passiamo ad un elettrodomestico professionale ad altissime prestazioni. In numero bassissimo di giri (solo 60 al minuto) ci permette di ottenere degli estratti ricchissimi di vitamine e sali minerali. Il prezzo è molto più elevato, ma ne vale veramente la pena.

 

Condividi con: