Il sedano è uno di quegli alimenti che, nell’immaginario collettivo, fa subito pensare ad una dieta.

Un vecchio proverbio dice: “Se il contadino sapesse il valore del sedano allora ne riempirebbe tutto il giardino”.
Il sedano, infatti, vanta numerose proprietà benefiche sia da crudo che da cotto. E’ un ortaggio noto sin dall’antichità, in cui era apprezzato sia per le sue qualità nutrizionali sia per le sue proprietà medicinali.

Valori nutrizionali

100g di prodotto apportano:

  • 16 calorie
  • 0,2g di grassi
  • 0mg di colesterolo
  • 3g di carboidrati
  • 0,7g di proteine
  • 80mg di sodio
  • 449UI di vitamina A
  • 3,1mg di vitamina C
  • 40mg di calcio
  • 0,2mg di ferro
  • 11mg di vitamina B6
  • 11mg di magnesio

In pratica per il 90% è composto da acqua.
Contiene numerose vitamine – tra cui la A, la C, la E, la K, alcune vitamine del gruppo B – e sali minerali – tra cui potassio, magnesio, sodio, rame, ferro, calcio. È una discreta fonte di fibre che aiutano la digestione e sono fondamentali per il corretto funzionamento dell’intestino.


Proprietà e benefici

Il sedano apporta benefici a tutto lʼorganismo:

  • Allʼapparto digerente: aiuta la digestione e riduce il meteorismo, grazie soprattutto alla presenza di sedanina che è una sostanza aromatica stimolante.
  • Allʼapparato cardiovascolare: aiuta la riduzione della pressione sanguigna e questo è utile per chi soffre di ipertensione. Questa azione è favorita dalla presenza di altre sostanze, gli ftalidi, che agiscono sugli ormoni deputati alla regolazione della pressione.
  • Al sistema nervoso: ha azione calmantee questo è utile in caso di stress, insonnia, ansia.
  • Ha in generale un’azione antiinfiammatoriasui diversi distretti del corpo.
  • Per chi tiene alla linea o vuole dimagrire il sedano è lʼideale perché ha poche caloriee vanta proprietà drenanti e purificanti, sicuramente fondamentali per eliminare dal corpo tutte le sostanze tossiche e i liquidi in eccesso che si accumulano insieme al tessuto adiposo.

Piccola curiosità: in passato il sedano era considerato afrodisiaco e capace di stimolare i sensi, forse perché contiene sostanze simili ai feromoni che “richiamano” alla riproduzione.

Vari tipi di sedano

Abbiamo parlato delle proprietà del sedano, ma occorre anche conoscere come consumarlo e quali varietà si possono trovare.
Tra le varietà più conosciute troviamo il sedano a coste, il sedano rapa e il sedano da taglio. Il sedano a coste è senz’altro il più diffuso perché è il più coltivato in Italia.
La variante rapa è caratterizzata da una grossa radice tonda che ha una polpa bianca ed il sapore è molto simile a quello del sedano a coste. Invece la varietà da taglio ha un sapore aspro e forte.
Tutte le varianti si possono utilizzare crude o bollite per insaporire il brodo e le zuppe o per fare soffritti insieme a cipolla e aglio.


Controindicazioni

In linea di massima però non esistono particolari controindicazioni al consumo di questo ortaggio, che può essere consumato sia dai grandi che dai bambini.

E’ importante però non credere alle bufale che girano sul web: il consumo di sedano non può essere una terapia per guarire dalle più svariate patologie.
Per curare le patologie bisogna seguire i trattamenti prescritti dai medici.

Condividi con: