Molto spesso sentiamo parlare di diete povere di sale. Molte persone infatti soffrono di ipertensione, una malattia che può derivare anche dell’uso eccessivo del sale. La domanda che tutti quanti si pongono quando il medico dice di ridurre il quantitativo di sale è: possiamo farne completamente a meno? No, ma si può ridurre.

Sale di sedano, di cosa si tratta?

Sicuramente non è facile eliminare del tutto il sale dalla nostra cucina, ma tra le alternative figura il cosiddetto celery salt, in italiano “sale di sedano”. L’aspetto non è così invitante ma viene molto utilizzato perché è un’alternativa naturale al sale da cucina.

Il sale di sedano è abbastanza saporito, il suo sapore si avvicina a quello del sale ma con la differenza di essere molto più salutare. Il celery salt si trova anche in commercio ma molto spesso non è realmente naturale, perché vengono aggiunti diversi additivi.

Come prepararlo a casa?

Preparare il sale di sedano in casa è molto semplice, ma ci vuole un poco di pazienza. Per ottenere circa 80 grammi di sale di sedano vi serviranno 4 coste di sedano scuro pulite e tagliate a pezzetti. Evitate di usare il sedano chiaro perché troppo tenero e delicato quindi non riuscirebbe a “salare” gli alimenti. Dovete essiccare le coste di sedano e potete scegliere il metodo che preferite. Potete essiccarlo al sole, al forno oppure nell’essiccatore di verdure. Una volta terminata l’essiccazione potete iniziare a preparare il “sale”.

Mettete il sedano essiccato nel mixer o nel frullatore e in base all’uso che ne dovete fare decidete se triturarlo o polverizzarlo. Al sale di sedano, se non volete rinunciare del tutto al sale da cucina, potete aggiungere del sale integrale, in rapporto 1:1.

Con il sale di sedano potete sbizzarrirvi creando dei mix con le spezie che preferite. E’ un “insaporitore” molto versatile e può essere utilizzato su tutte le pietanze.

 

Condividi con: