Moringa che cos’è

La Moringa appartiene alla famiglia delle Moringaceae, al genere della Moringa e alla specie della M. Oleifera. Originaria dell’India orientale cresce in particolar modo ai piedi dell’Himalaya. E’ una pianta resistente alla siccità e tollera poco i climi freddi.

Ha un tronco esile che può raggiungere i 10 metri di altezza. Le sue foglie sono formate da piccole foglioline ovali che hanno una consistenza robusta ed un colore verde chiaro. Le radici hanno un sapore simile a quello del ravanello da cui ne deriva il soprannome di “albero del ravanello”. I bellissimi fiori sono piccoli e di colore bianco crema, sono molto amati dalle api e consentono a queste di produrre del miele dalle ottime proprietà nutritive.

I frutti della Moringa sono i baccelli caratterizzati da una sezione triangolare, una lunghezza di circa 35 cm e un colore verde. I frutti sono morbidi quando sono ancora immaturi mentre acquisiscono una consistenza legnosa e un colore marrone scuro quando sono maturi. I baccelli contengono ognuno circa 20 grossi semi. Le parti commestibili della pianta sono le foglie, i fiori, i baccelli e anche le radici. La parte della Moringa maggiormente utilizzata sono le foglie, dal sapore leggermente piccante ma molto gradevole.

Moringa valori nutrizionali

Le foglie hanno preziosissime proprietà, 100 gr di foglie contengono:

  • 7g di Proteine (4 volte maggiore rispetto alla quantità di proteine presenti nelle uova ed è l’unica pianta che contiene tutti gli amminoacidi anche quelli essenziali)
  • 300 IU di Vitamina A (10 volte maggiore rispetto alla quantità di Vitamina A contenuta nelle carote)
  • 120mg di Vitamina B
  • 8mg di Acido nicotinico
  • 220mg di Acido Ascorbico (4 volte maggiore rispetto alla quantità di Vitamina C contenuta nelle arance, la Vitamina C rinforzare il sistema immunitario)
  • 7,4mg di Tocoferolo
  • 1,7g di Acidi grassi (in particolare i suoi semi sono ricchi di Omega 3-6-9, prezioso aiuto per il corretto funzionamento cerebrale)
  • 14,3g di Carboidrati totali
  • 0,9g di Fibra
  • 440mg di Calcio (17 volte maggiore rispetto alla quantità di calcio presente nel latte di mucca, indispensabile per la salute dei denti e delle ossa)
  • 70mg di Potassio (3 volte maggiore rispetto alla quantità di Potassio presente nelle banane)
  • 7mg di Ferro (2,5 volte maggiore rispetto alla quantità di ferro contenuto negli spinaci, minerale indispensabile per la corretta ossigenazione del organismo ed il corretto funzionamento dei globuli rossi)
  • Magnesio (migliora la circolazione)
  • Zinco (ottime proprietà antinfiammatorie)

Moringa proprietà e benefici

Dai suoi semi si può estrarre un pregiato olio che contiene dal 65 al 76% di acido oleico (contenuto anche nel olio extravergine d’oliva) ricco di Omega 3-6-9. Ha un sapore intenso e dolce e, a differenza degli altri oli, non irrancidisce. Questo olio ha anche preziose proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Il residuo della spremitura dei semi è una pasta che contiene il 60% di proteine pregiate.

I suoi semi (così come la farina prodotta dai suoi semi) contengono un polielettrolita che è in grado di fissare e assorbire le impurità dell’acqua. Inglobano batteri e altre impurità e precipitano sul fondo lasciando l’acqua in superficie limpida e pura. Per questo motivo questa pianta viene anche definita “l’albero che purifica”.

Altre preziosissime proprietà delle foglie di Moringa sono:

  • Riducono il colesterolo e i trigliceridi
  • Riducono la glicemia
  • Riducono la pressione arteriosa
  • Aiutano la digestione (un’infusione da assumere dopo i pasti)
  • Migliorano il sonno

Moringa controindicazioni

L’unica controindicazione della Moringa riguarda le sue radici che contengono un alcaloide, chiamato spirochina, che se assunto in eccesso potrebbe interferire con la trasmissione nervosa.

Per le sue infinite proprietà la FAO ha promosso la sua coltivazione perché può essere un’importante aiuto anche per combattere la malnutrizione nel Mondo.

Condividi con: