Colori di frutta e verdura, da cosa derivano?

I colori della frutta e della verdura sono legati alla presenza di fitocomposti o phytochemicals, molecole vegetali estremamente eterogenee tra loro, che non nutrono, ma proteggono l’organismo con meccanismi che vanno dall’azione antiossidante, antibatterica e antifungina alla funzione di privilegiare lo sviluppo di una flora batterica intestinale favorevole alla salute dell’organismo ospite.

A questa categoria appartengono i polifenoli, i glucosilonati e i carotenoidi.

Polifenoli, che cosa sono?

Quando parliamo di polifenoli ci riferiamo ad una vastità di molecole che vanno dai flavonoidi, agli acidi fenolici, agli stilbeni e ai lignani.

A loro volta i flavonoidi si suddividono in isoflavoni, flavonoli, antocianine, flavonoli, e flavononi.

La loro attività principale è quella antiossidante, utile nel prevenire l’ossidazione delle lipoproteine e l’eliminazione dei radicali liberi, fornendo effetti positivi a livello cardiovascolare, nelle malattie legate alla senescenza e nell’arresto della crescita tumorale.

Glucosilonati, che cosa sono?

I glucosilonati sono composti glucosidici contenenti zolfo tipici delle Brassicaceae. Numerosi studi hanno attribuito ai glucosinolati bioattivati della dieta un effetto protettivo contro l’insorgenza dei tumori e delle malattie neurodegenerative.

Carotenoidi che cosa sono?

I carotenoidi sono pigmenti vegetali di natura lipidica la cui importanza nutrizionale è correlata essenzialmente alla capacità di fungere da precursori della vitamina A. Le loro proprietà fisiologiche vanno da quella antiossidante a quella di svolgere un ruolo importante nel sistema immunitario.

Ad ogni colore una funzione

Ogni frutto e ortaggio ha una sua specifica funzione in base alla sua diversa colorazione, e ogni colore si associa alla presenza di determinati fitocomposti.

Frutta e verdura verde

Ad esempio nella frutta e nella verdura di colore verde ritroviamo la Clorofilla e i Carotenoidi, molecole che proteggono la vista e riducono il rischio di malattie cardiovascolari e di alcune forme di tumore.

Frutta e verdura blu-viola

Gli alimenti vegetali di colore blu-viola, invece, contengono Antocianine e Polifenoli, importanti anch’essi per la vista, oltre che per la struttura dei capillari sanguigni e per la funzione urinaria

Frutta e verdura giallo-arancione

Nel frutto e nell’ortaggio di colore giallo-arancione si trovano Carotenoidi e Flavonoidi. Il betacarotene, precursore della vitamina A, interviene nella crescita, nella riproduzione, nel mantenimento dei tessuti epiteliali, nella funzione immunitaria e nella visione.

Frutta e verdura rossa

I prodotti vegetali di colore rosso, tra cui il pomodoro, contengono Licopene e Antocianine con un’importante azione antiossidante. Diversi studi hanno dimostrato che il licopene è in grado di inibire i processi di cancerogenesi della prostata, dell’utero e dell’apparato gastrointestinale.

Frutta e verdura bianca

Fitocomposti come la Quercitina e i Glucosinolati, presenti nei vegetali di colore bianco, riducono il rischio di alcune forme di tumore e sono efficaci antiinfiammatori.

Benefici del consumo di frutta e verdura

Per la ricchezza in sostanze fitochimiche, tipica di frutta e verdura, ne consegue che un loro consumo, pari ad almeno 5 porzioni al giorno, si associa una riduzione del rischio di malattie cardiovascolari così come di molte delle più importanti neoplasie.

Studi scientifici dimostrano che il consumo di frutta e verdura determina miglioramenti nei riguardi di diversi fattori di rischio, quali pressione arteriosa, livelli di lipidi plasmatici, funzione endoteliale, controllo del peso corporeo e livelli di insulina circolante.

Questi effetti benefici non sono riproducibili tramite l’assunzione di integratori alimentari in quanto nella frutta e nella verdura, i micronutrienti, i fitocomposti e le fibre presenti (non presenti nei preparati multivitaminici), creano nel loro insieme i presupposti per migliorare la biodisponibilità di queste sostanze nel loro stato naturale.

Bibliografia

  • Ragaee, S, Abdel-Aal, EM, Noaman, Antioxidant activity and nutrient composition of selected cereals for food use FOOD, 2006, 98, 32-38.
  • Boeing H, Bechthold A, Bub A, et al. Critical review: fruit and vegetables in the prevention of chronic diseases. Eur J Clin Nutr 2012; doi: 10.1007/s00394-012-0380
  • Appel, Lawrence J., et al. “A clinical trial of the effects of dietary patterns on blood pressure.” New England Journal of Medicine16 (1997): 1117-1124.
  • Shapiro TA, Chemoprotective glucosinolates and isothiocyanates of broccoli sprouts: metabolism and excretion in human. Cancer Epid Biom Prev, 2001, 10:501-508
  • Johnson IT, Phytochemicals and cancer. PNAS, 2007, 67:207-215
  • Ilic D, Forbes KM and Hassed C, Lycopene for the prevention of prostate cancer. Cochrane Database Syst Rev., 2011, novembre 9
Condividi con: