Fragole, che cosa sono?

Con sole 30 Kcal ogni 100 grammi le fragole sono un frutto fresco e molto leggero, da consumare anche come spuntino a metà mattina o metà pomeriggio.

Lo sapevate che in botanica le fragole non sono considerate frutti? I frutti, infatti, sono i semini che si trovano sulla fragola, che è solo una protuberanza ingrossata dell’infiorescenza.

Per sfruttare al meglio tutti i nutrienti presenti nelle fragole sarà opportuno conservarle in frigo, lontano da fonti di luce. Mangiatele subito dopo averle tagliate in modo che i micronutrienti non vengano dispersi.

Fragole valori nutrizionali

  • Acqua 90g
  • Carboidrati disponibili 5,30g
  • Proteine 0,90
  • Lipidi 0,40gg
  • Fibra totale 1,60
  • Sodio 2mg
  • Potassio 160mg
  • Ferro 0,80mg
  • Calcio 35mg
  • Fosforo 28mg
  • Tiamina (Vit. B1) 0,02mg
  • Riboflavina (Vit. B2) 0,04mg
  • Niacina (Vit. B3 o PP) 0,50mg
  • Vitamina A Tracce
  • Vitamina C 54mg

Fragole, proprietà e benefici

Molti non sanno che la fragola è ricca di Vitamina C, più di arance e limoni! La presenza di vitamina C è molto utile anche per aumentare l’assorbimento del ferro presente negli alimenti. Questo aspetto è importante soprattutto per coloro che seguono una dieta vegana, che manca di alimenti ricchi in ferro-eme, come la carne rossa. Questo è utile anche per le donne in attesa, in cui aumenta il fabbisogno di ferro.

È molto presente anche l’acido folico, prezioso per i bambini perché permette la corretta crescita e utile anche per le donne in attesa, in quanto protegge il feto da patologie come la spina bifida.

Le fragole contengono molte sostanze antiossidanti essenziali per la salute e alcune di queste hanno proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche. Le sostanze antiossidanti inoltre sono fondamentali per contrastare l’azione dei pericolosi radicali liberi.

Le fragole possono mangiarle tutti?

Si, anche i bambini, possibilmente dopo i 12 mesi. Essendo pseudo-allergizzanti possono causare reazioni avverse come prurito o rossore.

E le donne in attesa? Anche loro possono godere dei benefici delle fragole, a patto che vengano osservati degli accorgimenti.

Chi è a dieta può mangiare fragole?

Anche loro possono mangiarne senza pensare che siano troppo zuccherate. Rispetto ad altri frutti come mela, pera o banana sono molto meno caloriche e meno ricche di zuccheri. Una porzione da 200 g a fine pasto è concessa a tutti.
Ovviamente è sconsigliato aggiungere dello zucchero alle fragole.

Come scegliere le fragole?

Sulle fragole spesso si sentono storie legate al modo in cui vengono coltivate: crescendo molto vicine al terreno potrebbero assorbire da esso sostanze chimiche o concimi. Se siamo però sicuri che le fragole provengano da agricoltura biologica possiamo stare tranquilli che non contengano sostanze dannose.

Per il rischio di contaminazioni da microrganismi dobbiamo lavare bene le fragole, ma questa attenzione dobbiamo averla in generale per tutta la frutta e verdura.

Per essere sicuri di consumare un prodotto nutriente che faccia bene al nostro organismo, prestiamo attenzione sin dal momento dell’acquisto:

  • Compriamo solo prodotti italiani e acquistiamo le fragole solo tra aprile e luglio, periodo in cui il frutto è di stagione.
  • Scegliamo solo frutti dal colore rosso uniforme con picciolo ben attaccato al frutto. Scartiamo le fragole ammaccate o ammuffite.
  • Laviamo ben bene le fragole sotto acqua corrente e…buona appetito!

Controindicazioni delle fragole

Evitare il consumo solo se si è allergici, non ci sono altre controindicazioni.

Condividi con: