A partire dal mese di Marzo, con le prime giornate leggermente più calde e soleggiate, si tende a dare il via al movimento all’aria aperta: un ipod, un paio di cuffie e via a correre nei parchi!

Ma quando andiamo a correre stiamo svolgendo footing, jogging o running?

Footing e jogging

Tecnicamente i termini footing e jogging sono sinonimi e possono essere utilizzati indifferentemente: si tratta della classica corsetta a bassa intensità che non ha il compito di sottoporre l’organismo ad uno stimolo che possa rappresentare uno stress dal punto di vista metabolico e meccanico.

Running

Con il termine running, invece, si intende una corsa svolta ad un’intensità più sostenuta e capace di farci affaticare più velocemente e prima durante la seduta di allenamento: dopo circa trenta minuti il fiatone si fa sentire e le gambe iniziano ad essere più pesanti (soprattutto se si viene da una condizione di deallenamento superiore ad uno o due mesi).

Fondamentalmente, per il modo in cui viene svolta, si tratta di un’attività aerobica che interessa soprattutto la muscolatura degli arti inferiori e che va a stimolare l’efficienza dell’apparato cardiovascolare e respiratorio.

Footing, joggin, running: la differenza sta nell’intensità

La differenza sostanziale che vi è alla base di questi tre termini, quindi, si trova nella diversa intensità di corsa utilizzata (di solito i tre termini vengono utilizzati indifferentemente dal momento che l’utente medio si riferisce quasi sempre ad un’attività svolta per mantenersi in forma).

Ricordiamo che l’intensità è alla base dei meccanismi energetici utilizzati e, di conseguenza, influenza in che percentuale vengono reclutati i substrati energetici (grassi o glucosio) per fornire energia ai muscoli (anche qui voglio ricordare che i meccanismi non lavorano mai singolarmente, quindi non si avrà mai un utilizzo dei substrati in modo isolato, ma il tutto avviene contemporaneamente).


E’ vero che più sudo e più dimagrisco? Ovviamente no

Infine il consiglio che do è sempre quello di evitare di svolgere queste attività nelle ore più calde della giornata e, soprattutto, bisognerebbe evitare di vestirsi a strati con l’intento di sudare di più pensando che questo possa agevolare e velocizzare il dimagrimento, soprattutto in termini di massa grassa (vi consiglio di leggere anche l’articolo sui prodotti bruciagrassi).

Detto questo, come posso iniziare a fare footing? Leggi i nostri consigli!

Condividi con: