Durante l’estate li possiamo trovare facilmente freschi in tutti i supermercati. I fagiolini, di solito, piacciono anche ai bambini e sono ottimi per preparare dei piatti estivi semplici e freschi. Vediamo le loro proprietà benefiche e le caratteristiche nutrizionali.

Fagiolini: verdura o legumi?

Non tutti sanno che i fagiolini sono dei legumi e appartengono pertanto alla famiglia delle leguminose. A differenza di fagioli, lenticchie e ceci i fagiolini sono legumi un po’ particolari: dal punto di vista nutrizionale sono più simili alle verdure a partire dall’apporto calorico. 100g di fagiolini forniscono solo una trentina di calorie e sono quindi ottimi per chi segue una dieta dimagrante, ma anche l’apporto di proteine e carboidrati è inferiore rispetto ai “classici” legumi.

La loro caratteristica è quella di contenere tantissimi minerali fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo.


Valori nutrizionali dei fagiolini

100g di prodotto apportano:

  • 31 calorie
  • 0,2g di grassi
  • 0 colesterolo
  • 6mg di sodio
  • 211mg di potassio
  • 7g di carboidrati, di cui 2,7g di fibra alimentare
  • 1,8g di proteine
  • 690UI di vitamina A
  • 12,2mg di vitamina C
  • 37mg di calcio
  • 1mg di ferro
  • 0,1mg di vitamina B6
  • 25mg di magnesio

Fagiolini: proprietà e benefici

La loro ricchezza sta nell’apporto di:

  • Fibre: ne contengono il 3%;
  • Vitamine: in particolare la Vitamina A. Discreto è l’apporto di vitamina C mentre è abbastanza buono il contenuto di alcune vitamine del gruppo B, tra cui l’acido folico. I fagiolini contengono anche vitamina K.
  • Sali minerali: soprattutto potassio, ma anche magnesio e ferro.

Mangiare fagiolini, quindi, fa bene a tutto l’organismo: ma perchè?

  1. Il consumo di questi “legumi” aiuta a mantenere in salute l’apparato gastrointestinale perché permette il corretto transito e aiuta a mantenere pulito l’intestino. Questa proprietà è ovviamente condivisa con tutte le altre verdure e con gli altri legumi perché le fibre sono importanti per prevenire eventuali processi infiammatori.
  2. Per i diabetici il consumo di fagiolini (e ovviamente di tutte le altre verdure) è consigliato fortemente in quanto hanno un indice glicemico molto basso e questo assicura un migliore controllo glicemico. Leggi il nostro articolo sull’indice glicemico degli alimenti
  3. Chi è a dieta può consumare liberamente questa verdura, soprattutto se bollita e condita con un filo d’olio, come contorno. Sono un piatto leggero e anche saziante grazie alla ricchezza di fibre (aiutano anche ad avvertire prima il senso di sazietà).
  4. La presenza di Vitamina C ed A assicura proprietà antiossidanti, utili per contrastare l’azione dei radicali liberi e per proteggere le cellule dallo stress ossidativo.
  5. La ricchezza di acido folico rende i fagiolini fondamentali nella dieta della gestante. Sappiamo bene che l’acido folico è cruciale per la corretta crescita del feto.

I fagiolini si possono far mangiare anche ai bambini, sin dallo svezzamento, sotto forma di crema.

I fagiolini hanno controindicazioni?

I fagiolini non hanno controindicazioni, per cui tutti possono consumarli in totale sicurezza.



Bisogna però cuocere questi legumi prima di consumarli in quanto contengono una proteina, la fasina, che provoca la coagulazione dei globuli rossi. Una volta cotti possiamo stare tranquilli perché la proteina non può più svolgere più la sua azione.

Come scegliere i fagiolini?

È fondamentale scegliere fagiolini freschi, il cui colore sia omogeneo e privo di macchie. Scegliamo sempre prodotti locali, provando a preferire quelli coltivati in maniera biologica senza utilizzo di prodotti e trattamenti chimici.

C’è chi li conosce come cornetti, chi come tegoline e altri ancora come fagioli mangiatutto: a prescindere da come vengono chiamati l’importante è consumare sempre porzioni di fagiolini, soprattutto in questo periodo in cui sono di stagione.

Condividi con: