La cicoria catalogna è una pianta della famiglia delle Composite ed è ricchissima di sali minerali. Ecco tutte le proprietà, i valori nutrizionali e le calorie.

La catalogna

La cicoria è un ortaggio dal caratteristico sapore amaro e tutti i vari tipi di cicoria hanno questa caratteristica in comune, dovuta all’acido cicorico.

Distinguiamo principalmente la cicoria di campo da quella da taglio coltivata. La prima ha un contenuto di proteine che risulta maggiore di quello glucidico. In generale, tutti i tipi di cicoria hanno un bassissimo contenuto di calorie, e questo le rende ideali soprattutto per chi segue un percorso di dieta dimagrante.

Catalogna valori nutrizionali

Le cicorie contengono numerose vitamine e sali minerali: Vitamine A e C principalmente, fosforo e calcio. Anche il ferro è presente in quantità abbastanza rilevante e per questo è quindi utile condire le cicorie con limone, perché associando ferro vegetale con vitamina C, si ha un maggior assorbimento di questo minerale.

Come in tutte le verdure e gli ortaggi, anche nelle cicorie è abbondante la presenza di fibre, acqua e sostanze antiossidanti. La radice della cicoria contiene una concentrazione maggiore di tutte le sostanze appena elencate.

  • Acqua 93,4 g
  • Carboidrati 0,7 g
  • Zuccheri 0,7 g
  • Proteine 1,4 g
  • Grassi 0,2 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 3,6 mg
  • Ferro 0,7 mg
  • Calcio 74 mg
  • Fosforo 31 mg
  • Vitamina B1 0,03
  • Vitamina B2 0,19
  • Vitamina B3 0,3
  • Vitamina A 219 µg
  • Vitamina C 17 mg

Catalogna proprietà e benefici

Alla cicoria sono associate un’infinità di proprietà benefiche, citiamone alcune:

  • Proprietà depurative e disintossicanti (soprattutto le radici hanno questo effetto) e questo è positivo per fegato e reni. Queste proprietà venivano sfruttate sin dall’antico Egitto.
  • Proprietà digestive, grazie alla stimolazione della bile ha effetti lassativi (soprattutto la cicoria cotta).
  • Regola la glicemia, effetto positivo per i diabetici.
  • Aiuta a combattere gli stati di sonno e astenia.

Tra le altre sostanze presenti nella cicoria c’è il tannino, agente astringente, tonico, disinfettante, con un leggero effetto antibiotico.

Catalogna e inulina

L’inulina è un’oligosaccaride che per l’uomo è indigeribile, quindi è considerata una fibra solubile. Nonostante sia indigeribile ha numerose caratteristiche interessanti e riduce il rischio di cancro intestinale.

L’inulina è considerata un alimento prebiotico.

Come possiamo consumare la catalogna?

L’ideale sarebbe consumare la cicoria cruda in un’insalata, permettendo di sfruttare al massimo i vantaggi a livello nutrizionale e salutistico, in quanto ben sappiamo che la cottura porta alla perdita di sali minerali e vitamine.

Consumata cotta, tuttavia, può essere più facile da digerire soprattutto per coloro che hanno difficoltà digestive. Tra l’altro la cicoria cotta, come già scritto precedentemente, può avere un effetto lassativo e questo è utile per chi soffre di stitichezza.

Catalogna controindicazioni

L’unico caso in cui l’assunzione di cicoria è controindicata è la gastrite o l’ulcera peptica, in quanto la presenza di inulina aumenta le fermentazioni intestinali.

Anche in gravidanza la catalogna può essere controindicata in quanto ha azione utero-stimolante.

Alcune curiosità riguardo questo prezioso alimento

In passato, nel periodo di Napoleone, la radice della cicoria era utilizzata come surrogato del caffè, ma anche più recentemente, soprattutto tra i più poveri, la cicoria veniva usata al posto del caffè.

Inoltre, secondo alcune credenze popolari, la cicoria ha un effetto afrodisiaco: soprattutto negli uomini aumenta l’afflusso di sangue agli organi sessuali maschili, in quanto è un vasodilatatore naturale.

Condividi con: