Oggi parliamo di anguria, il frutto simbolo dell’estate italiana. Poiché ricchissimo di acqua e povero di calorie e zuccheri quasi nessuno si preoccupa di moderarne il consumo durante la stagione estiva. Con solo 20 calorie e 3,7g di zuccheri ogni 100g di prodotto, l’anguria può essere consumata in quantità sicuramente maggiori rispetto a frutti come banana e fichi, che vanno consumati con più moderazione.

Negli ultimi anni l’anguria viene paragonata al viagra per via delle sue presunte proprietà afrodisiache. In questo articolo però parleremo anche di tutte le altre proprietà più accreditare e veritiere.

Anguria o cocomero?

Il termine cocomero, seppur più simile al nome scientifico del frutto, è tipico delle regioni centrali e meridionali d’Italia, mentre nel Nord si preferisce chiamare il frutto “anguria”.

Anguria valori nutrizionali

Ogni 100g di prodotto apportano:

  • Circa 20 calorie
  • 0,2g di grassi
  • 8g di carboidrati, di cui 6g di zucchero
  • 0,6g di proteine
  • Vitamina A 569 IU
  • Vitamina C 8,1mg
  • Calcio 7mg
  • Magnesio 10mg
  • Ferro 0,24mg
  • Fosforo 11mg
  • Potassio 112mg
  • Piccolissime quantità di vitamina B1, B2, B3, B5, B6

Proprietà e benefici dell’anguria

L’anguria contiene il 93% di acqua ed è quindi utile per chi non è abituato a bere molto durante la giornata. Questo frutto stimola la diuresi e quindi l’eliminazione di sostanze di scarto dall’organismo.



Essendo un frutto molto dissetante è ottimo come merenda o spuntino nelle calde giornate estive. Con il caldo mangiare anguria aiuta a riprendersi anche dalla spossatezza e dall’affaticamento fisico grazie alla presenza di sali minerali come sodio, potassio, ferro, calcio e vitamine come la A, la C e alcune vitamine del gruppo B (B1, B2 e B3).

L’anguria si rivela utilissima nelle diete dimagranti: il suo alto potere saziante, dovuto alla presenza di molta acqua e delle fibre, permette di raggiungere presto il senso di sazietà e questo è prezioso per tenere sotto controllo la fame.

Nell’anguria è presente anche una buona quantità di licopene, noto per le sue proprietà antiossidanti nei confronti dei radicali liberi e quindi protettivo nei confronti dei tumori. Altri antiossidanti presenti nell’anguria sono i carotenoidi.

In qualsiasi posto vi troviate durante l’estate, in spiaggia, a casa o a lavoro riservate nella borsa un posto per una ciotolina di anguria fresca da gustare come spuntino!

L’anguria, inoltre, può essere utilizzata per preparare degli ottimi succhi freschi con la centrifuga o con l’estrattore.

Anguria contro la disfunzione erettile?

Qualcuno avrà sentito parlare delle proprietà afrodisiache dell’anguria che derivano dalla presenza di una sostanza che si chiama citrullina, che avrebbe effetti simili al Viagra. La citrullina favorisce la vasodilatazione perché grazie all’azione di alcuni enzimi porta alla formazione di arginina e di monossido di azoto. Esiste un però: la citrullina si trova nella buccia e nella parte bianca dell’anguria, che solitamente vengono scartate!

C’è però da dire che gli studi a riguardo sono ancora contraddittori, quindi saranno necessari ancora alcuni anni per chiarire gli effetti della citrullina sulla vasodilatazione. A tal proposito, vi allego in fondo all’articolo una rewiew in cui si parla di citrullina e vasodilatazione (vedi bibliografia).



Come scegliere una buona anguria? Tutti i trucchi sono delle bufale

Ecco alcune indicazioni per scegliere una buona anguria:

  • Il picciolo non deve essere secco, anzi se risulta bagnato di succo significa che il frutto è zuccherino e maturo.
  • Famosissimo poi è il trucco del “suono del vuoto”: se bussando leggermente con un pugno sulla superficie dell’anguria si sente un suono vuoto, vuol dire che l’anguria è matura. Ovviamente questo trucco, insieme a quello delle striature, è una bufala.

Bibliografia

Figueroa et al, Influence of L-citrulline and watermelon supplementation on vascular function and exercise performance. Link al lavoro

Condividi con: