Con l’arrivo della stagione invernale il nostro organismo diventa più sensibile ai cosiddetti malanni stagionali, quindi ci ritroviamo maggiormente esposti a raffreddori, mal di gola, tosse ed influenze. Ciò accade a causa delle basse temperature e della riduzione delle nostre difese immunitarie.

L’alimentazione contro i malanni stagionali

Spesso ci si dimentica che uno dei trattamenti più efficaci nel contrastare i malanni stagionali è proprio una corretta e sana alimentazione, magari associata ad un costante esercizio fisico. Scegliendo i cibi giusti, infatti, non solo rinforziamo il nostro sistema immunitario, ma ci manteniamo in forma ed in salute, poiché forniamo all’organismo tutti i nutrienti necessari a fronteggiare la stagione più fredda dell’anno.
Ecco alcuni esempi di alimenti terapeutici:

Vitamina C contro l’influenza

Non deve mai mancare, soprattutto in inverno, poiché ha un’azione immunostimolante, contrastando l’insorgenza dei malanni stagionali. Recenti studi hanno affermato che un’assunzione regolare di vitamina C può contribuire alla protezione del nostro organismo contro batteri e virus.

E’ stato osservato infatti che in alcune persone l’assunzione di 500 – 1000 mg al giorno contribuisce a diminuire l’entità e la durata di un raffreddore. Tali effetti potrebbero essere dovuti al fatto che la vitamina C nel sangue aumenterebbe i livelli di interferone (citochina ad azione antivirale), proteggendo in questo modo le cellule dall’azione dei virus.

L’assunzione di vitamina C può essere facilmente aumentata attraverso il consumo di cibi come agrumi, kiwi, patate dolci, peperoni, ribes nero e vegetali a foglia verde scura.

Per mantenere inalterate le proprietà della vitamina C contenuta nei cibi occorre evitare una cottura prolungata ed è preferibile consumare frutta e verdura fresche, tenute al riparo da luce e calore.

Vitamina E

Le sue proprietà sono principalmente legate al suo potere antiossidante, conferisce infatti protezione alle cellule contro i radicali liberi. La sua azione va ad innescare delle reazioni fisiologiche che rendono le membrane cellulari più forti e resistenti e che proteggono l’integrità dei globuli rossi, più esposti allo stress ossidativo. Oltre alla sua attività come antiossidante è coinvolta nei meccanismi cellulari che modulano e potenziano le difese immunitarie contro l’attacco da parte di agenti virali.

Sono ricchi di vitamina E gli alimenti di origine vegetale, primi fra tutti i semi oleosi da cui si ottengono gli olii vegetali (es. olio di oliva, olio di girasole), seguiti da cereali, in particolare le germe di grano, frutta a guscio (mandorle e noci) e avocado.

Echinacea contro i sintomi influenzali

Questa pianta ha notevoli proprietà immunostimolanti ed è considerata utile per la prevenzione del raffreddore è dell’influenza.

Spezie aromatiche

Sono da considerarsi dei veri e propri farmaci ed antibiotici naturali, grazie alle loro proprietà curative contro i malanni della stagione invernale:

  • AGLIO: è un ottimo rimedio naturale grazie alla presenza di antiossidanti. Inoltre abbassa la pressione sanguigna e protegge il cuore.
  • CIPOLLA: ha proprietà antibatteriche, quindi è utile per la prevenzione del raffreddore e del mal di gola.
  • TE’ VERDE:
  • ZENZERO: è uno dei più potenti antinfiammatori naturali. Si può utilizzare in tantissimi modi diversi: possiamo utilizzarlo grattugiato per insaporire oppure intero per preparare delle ottime tisane.
  • ORIGANO: ottimo contro la tosse e il mal di gola, grazie alla presenza di eucalipto e tannini. L’olio essenziale ha proprietà antibatteriche.

L’importanza della corretta idratazione per combattere l’influenza

È bene impegnarsi ad idratarsi correttamente durante la giornata, assumendo almeno 2 litri di acqua al giorno. In inverno si tende a bere di meno ma questo è un errore perché l’organismo necessita, sempre, di una corretta idratazione. Inoltre con l’assunzione di acqua si introducono anche sali minerali, importanti per garantire la corretta funzionalità dei numerosi processi cellulari che avvengono nell’organismo.

Zinco

È un minerale fondamentale per garantire il corretto funzionamento dei processi cellulari. In particolare risulta fondamentale per la regolazione del sistema immunitario e per il mantenimento dell’equilibrio della risposta antinfiammatoria, modulata dagli agenti che intervengono contro infezioni ed allergeni. Tutto questo riduce lo stress immunitario e migliora il coordinamento della risposta immunitaria.

Lo zinco è presente nel pesce e nella carne, nei cereali (germe di grano e avena), nei legumi, nella frutta secca e nei semi oleosi (zucca, sesamo e girasole). Lo si trova anche nel lievito di birra, nel latte, nei funghi, nel cacao e nel tuorlo d’uovo.

Manganese e rame

Come lo zinco, anche questi due oligoelementi sono utili soprattutto durante il periodo invernale, poiché concorrono a potenziare i meccanismi di difesa del sistema immunitario, prevenendo ed evitando l’insorgenza dei malanni stagionali.
Presenti in maggiori quantità nelle spezie aromatiche, nelle germe e crusca di grano; mentre in dosi minori nelle noci, cioccolato fondente, riso e pasta.

Probiotici e sistema immunitario

Grazie alla loro capacità di stimolare le difese immunitarie, anche i fermenti lattici contribuiscono alla prevenzione contro influenza e sindromi parainfluenzali o alla diminuzione della durata e della severità dei disturbi ad essi connessi. La fonte alimentare per eccellenza è rappresentata dallo yogurt bianco, da assumere quotidianamente a colazione o in uno degli spuntini.

Movimento contro le malattie stagionali

Una strategia efficace, gratuita ed efficacissima per difendersi dai virus è rappresentata dal movimento. Le ricerche dimostrano infatti che per prevenire le malattie stagionali è necessario muoversi con costanza e regolarità: questo perché l’attività fisica garantisce e stimola il potenziamento delle difese immunitarie. Camminare a passo sostenuto e fare qualche esercizio aerobico, come ad esempio fare le scale piuttosto che prendere l’ascensore, ogni giorno per 30-40 minuti, risulta sufficiente per garantire l’effetto immunostimolante.

In conclusione è molto importante l’associazione fra una giusta e corretta alimentazione, basata sull’assunzione di acqua, frutta e verdura di stagione, ed un’adeguata attività fisica per rafforzare il nostro sistema immunitario, in modo tale da prevenire e ridurre l’insorgenza delle malattie della stagione invernale.

Condividi con: