Con l’arrivo della stagione invernale il nostro organismo diventa più sensibile ai cosiddetti malanni stagionali, quindi ci ritroviamo maggiormente esposti a raffreddori, mal di gola, tosse ed influenze. Ciò accade a causa delle basse temperature e della riduzione delle nostre difese immunitarie.

Lo stile di vita contro i malanni stagionali

Spesso ci si dimentica che uno dei trattamenti più efficaci per contrastare i malanni stagionali è proprio una corretta e sana alimentazione, magari associata ad un costante esercizio fisico. Scegliendo i cibi giusti, infatti, non solo rinforziamo il nostro sistema immunitario, ma ci manteniamo in forma ed in salute, poiché forniamo all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno.


Vitamina C contro l’influenza

Non deve mai mancare, soprattutto in inverno, poiché ha un’azione immunostimolante, contrastando l’insorgenza dei malanni stagionali. Studi hanno affermato che un’assunzione regolare di vitamina C può contribuire alla protezione del nostro organismo contro batteri e virus.

Tali effetti potrebbero essere dovuti al fatto che la vitamina C è in grado di aumentare nel sangue i livelli di un interferone specifico (una proteina con azione antivirale), proteggendo in questo modo le cellule dall’azione dei virus. Potete trovare la bibliografia in fondo all’articolo!

L’assunzione di vitamina C può essere facilmente aumentata attraverso il consumo di cibi come agrumi, kiwi, patate dolci, peperoni, ribes nero e vegetali a foglia verde come gli spinaci.

Per mantenere inalterate le proprietà della vitamina C contenuta nei cibi occorre evitare una cottura prolungata ed è preferibile consumare frutta e verdura fresche, tenute al riparo da luce e calore.

Vitamina E

Le sue proprietà sono principalmente legate al suo potere antiossidante, conferisce infatti protezione alle cellule contro i radicali liberi. Uno studio (che potete trovare in fondo) ha dimostrato che in soggetti con carenza di vitamina E la maggior parte dei parametri immunitari mostra una tendenza al ribasso, che è associata ad un aumento delle malattie infettive e all’incidenza di tumori. Al contrario, l’integrazione di vitamina E ha vari effetti benefici sul sistema immunitario ospite.



Sono ricchi di vitamina E gli alimenti di origine vegetale, primi fra tutti i semi oleosi da cui si ottengono gli oli vegetali (es. olio di girasole o olio di semi di lino), seguiti da cereali, in particolare le germe di grano, frutta a guscio (mandorle e noci) e avocado.

Spezie aromatiche

  • Aglio: è un ottimo rimedio naturale grazie alla presenza di antiossidanti.
  • Cipolla: ha proprietà antibatteriche, quindi è utile per la prevenzione del raffreddore e del mal di gola.
  • Zenzero: ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Si può utilizzare in tantissimi modi diversi: possiamo utilizzarlo grattugiato per insaporire oppure intero per preparare delle ottime tisane.
  • Origano: ottimo contro la tosse e il mal di gola, grazie alla presenza di eucalipto e tannini. L’olio essenziale ha proprietà antibatteriche.

Probiotici e sistema immunitario

Secondo la definizione ufficiale di FAO e OMS, i probiotici sono “micro-organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite”

La fonte alimentare per eccellenza è rappresentata dallo yogurt bianco, da assumere quotidianamente a colazione o in uno degli spuntini.



Bibliografia

  • Dahl H & Degrè M, The effect of ascorbic acid on production of human interferon and the antiviral activity in vitro. Link al lavoro
  • Kim Y et al, Vitamin C Is an Essential Factor on the Anti-viral Immune Responses through the Production of Interferon-α/β at the Initial Stage of Influenza A Virus (H3N2) Infection. Link al lavoro
  • Moriguchi S & Muraga M, Vitamin E and immunity. Link al lavoro
Condividi con: